Locanda Perbellini: che bello avere Giancarlo Perbellini a Milano!

Un caldo martedì sera di metà luglio. Un’uscita a cena decisa all’ultimo minuto. La mia proposta “Andiamo alla Locanda Perbellini?“. Non ci speravo di trovare un tavolo libero per le h.20 telefonando alle h.19, ma questa volta mi dice bene, basta arrivare presto per lasciare il tavolo alle h.22.

Sono stata al ristorante Perbellini quando ancora era a Isola Rizza, ora è a Verona. Ne ho un gran bel ricordo. Come ho un bel ricordo di Giancarlo Perbellini. I suoi piatti sono raffinati al palato e alla vista. Mai eccessivi. Un po’ come se fosse riuscito a sublimare la semplicità rendendola nobile. Sono stata molto contenta quando ho saputo che avrebbe aperto la Locanda a Milano e non vedevo l’ora di andarci.

Il locale è di un’eleganza minimalista. Tavoli e sedie di legno scuro. Tovaglie bianche. Un’atmosfera curata, ma non ingessata. In menù cinque antipasti, cinque primi, cinque secondi e cinque dessert. I piatti sono principalmente a base di carne, con una proposta vegetariana per ogni tipologia di portata. Poco mare in carta, ma la varietà di prodotti di terra (vitello, maiale, pollo, coniglio) merita di essere notata.

Mi lascio consigliare l’antipasto dalla gentile ragazza che si è presa cura della comanda. Spuma di cipolla, pane al pomodoro, basilico e pepe. Ammetto di aver temuto questo piatto. Innanzitutto perché non mi faccio mai consigliare, mi piace scegliere, affidarmi al giudizio altrui è stata per me una novità. Poi perché la cipolla è un ingrediente che non scelgo quasi mai. Può essere sublime se dolce e delicata, ma pure infima se troppo forte e pungente. Questa volta è davvero una piacevole sorpresa. Si tratta di una vellutata di cipolla rossa dolce, impreziosita da cubetti di pane aromatico da sapore tipicamente mediterraneo. Sicuramente una delle migliori interpretazioni della cipolla che abbia assaggiato.

L’altra bella scoperta della serata è il Cioccocrock, un tronchetto di cioccolato di cioccolato, spolverato di zucchero a velo e accompagnato da una soffice crema. Un dolce semplicissimo, eppure delizioso per il riuscito gioco di consistenze diverse e con un perfetto equilibrio tra dolce e amaro. Del resto Perbellini è cresciuto nella pasticceria di famiglia a Bovolone, per cui non può che avere un occhio di riguardo per i dolci. Non a caso in carta si trova la Millefoglie Perbellini, a evidenziare una tradizione di famiglia che continua nel tempo.

Si vede che il menù è stato pensato per rendere omaggio a Milano. Fra i piatti infatti c’è il Risotto allo zafferano con crema di pomodori, origano e caprino, oltre alla Milanese alla farina di fagioli e pane croccante (gli amanti della tradizionale costoletta potrebbero restare di stucco, ma questa variante ha quel tocco creativo che ci si aspetta da un ristorante che porta la firma di un grande chef come Giancarlo Perbellini).

Prezzi accessibili per una cucina di livello e un ambiente in cui si è subito a proprio agio. Vale la pena andarci e ritornarci.

Locanda Perbellini – Via Moscova 25, Milano – www.locandaperbellini.it

(Immagine presa dalla pagina FB Locanda Perbellini Milano)

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...