Ulisse di James Joyce: 5 motivi per leggerlo (e 5 per non farlo)

Siate sinceri, quanti di voi hanno letto Ulisse di James Joyce? Ulisse è uno di quei libri classici che tutti dicono di conoscere, ma che pochi hanno letto, se non brevi brani perché obbligati al liceo nell’ora di lettere.

Normalmente si risponde con “Ah sì, il romanzo che si svolge tutto in un giorno”. Ecco, a dire il vero quella è solo una delle tante cose che si possono dire su questo libro. Solo che per dire qualcosa in più bisognerebbe averlo letto.

Io l’ho fatto e non è stato semplice, ma è stata un’esperienza incredibile. L’ho capito? E chi lo sa. Forse nessuno può affermare di aver veramente capito Ulisse. Quel che posso dire è che se è stato il romanzo più difficile da leggere che mi sia capitato fra le mani, è anche quello che ho trovato più fuori dal comune, per il suo essere contemporaneamente ironico, colto, divertente, profondo, visionario e realistico.

I miei cinque motivi per leggere Ulisse di Joyce:

  • leggetelo se vi piacciono i finali aperti
  • leggetelo se non siete di quelli che vogliono capire sempre tutto
  • leggetelo se conoscete bene la punteggiatura e le regole di grammatica, ma siete pronti a rompere gli schemi e andare oltre
  • leggetelo se non vi imbarazza capire che siete di fronte a un autore molto più colto e intelligente di voi
  • leggetelo se non avete paure delle sfide

E i cinque per cui è meglio non leggerlo:

  • evitate di leggerlo se siete maniaci del controllo e non volete che qualcosa vi sfugga
  • evitate di leggerlo se non siete pronti a lasciarvi andare senza pregiudizi e farvi trasportare non si sa dove
  • evitate di leggerlo se siete troppo razionali e precisi
  • evitate di leggerlo se non sopportate l’idea di leggere parole senza lapostrofo al punto giusto o tutteattaccate
  • evitate di leggerlo se non sapete mettervi nei panni (e nella testa) degli altri

Insomma, Ulisse è un libro per viaggiatori che osano comprare biglietti di sola andata. Chi lo affronta deve prepararsi a una battaglia con le parole e deve essere pronto a perdere quella battaglia, perché vincere contro Ulisse è impossibile, ma essere tanto temerari da sfidarlo vi regalerà un viaggio meraviglio, un’esperienza unica al termine di cui sarete pronti ad abbandonare ogni certezza.