Curcuma: proprietà, benefici e controindicazioni della spezia del benessere

Al mattino metto nello yogurt o nel latte vegetale la punta di un cucchiaino di una miscela composta da curcuma, pepe nero, zenzero e cannella. Perché? Perché sono spezie dalle prodigiose proprietà benefiche.

A farla da padrona in questa mia miscela mattutina è la curcuma. Ormai famosissima, questa spezia dal bel colore giallo-arancio, ha un sapore dolce e intenso al tempo stesso e si ricava dalla radice della Curcuma longa, una pianta tipica dell’Asia Meridionale, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae. La radice viene essiccata e poi macinata per ridurla in polvere, ma in commercio si trova anche la radice fresca. Io uso quella in polvere per praticità.

A cosa fa bene la curcuma?
Consumo regolarmente la curcuma perché le sono state riconosciute proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, digestive, dimagranti, antisettiche, analgesiche, favorisce un buon funzionamento del fegato, supporta le funzioni cerebrali, aiuta la detossinazione dell’organismo, rafforza le difese immunitarie, è utile in caso di gonfiori addominali, dolori mestruali, crampi, spasmi, diarrea, disturbi gastrici, colon irritabile e problemi respiratori. Tutto merito del principio attivo che contiene, la curcumina.

Questa spezia, oltre alla curcumina, contiene, sali minerali e vitamine (in particolare il potassio e la vitamina C), ma anche flavonoidi e fibre. Una composizione che la rende un concentrato di antiossidanti in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare e contrastare l’azione dei radicali liberi.

Controindicazioni e precauzioni
Per quanto benefica, anche la curcuma deve essere consumata con criterio e moderazione. Evitate di superare i 400/800 mg al giorno di curcuma, per non incappare in spiacevoli effetti collaterali come nausea o diarrea.

Se state assumendo dei farmaci anticoagulanti chiedete il parere di un medico prima di consumarla, potrebbe aumentare il rischio di emorragia. Chi soffre di calcoli alla colecisti o di ostruzioni alle vie biliari, è meglio che ne stia alla larga. In ogni caso, se state seguendo una terapia farmacologica, chiedete sempre il parere di un medico e per qualunque tipo patologia soffriate. Potrebbe interferire con i farmaci.

Consiglio d’uso
Gli effetti benefici della curcuma sono amplificati dalla presenza di un pizzico di pepe nero in polvere. Per iniziare con energia e la giusta carica la vostra giornata, mescolatela a del latte vegetale freddo o tiepido e consumatela la mattina, preferibilmente a stomaco vuoto.